Centro Culturale Livia Bottardi Milani

Death metal

FARACIDeath metal
Autore: Tito Faraci Editore: Piemme | Anno: 2013
Letto da: Lorenzo
Immagina gli SGH su quel palco, a suonare prima di una band leggendaria. I Tiamat! Vi rendete conto?! È valsa la pena di fare quel viaggio, pensa Stefano. Varrebbe la pena di arrivare anche fino all’inferno. All’inferno, infatti, qualcuno li sta aspettando.

guarda il booktrailer

Giudizio:

Gli Snake GodHunters sono un gruppo metal composto da cinque ragazzi pugliesi che si mettono in viaggio verso nord, per un concerto in uno sperduto paesino dell’Oltrepò Pavese. Si esibiranno come gruppo spalla dei mitici Tiamatad un festival di musica death metal. E mentre il loro furgone, un vecchio e sgangherato Westfalia, si perde tra le nebbie, un camionista impazzito cerca di buttarli fuori strada. E’ l’inizio del caos. Ed in è questo caos che in Walter iniziano a riaffiorare i ricordi d’infanzia ed insieme ai ricordi i sintomi di una potenza demoniaca che alberga nella sua mente.   Ho iniziato a leggere la storia degli Snake GodHunters un sabato sera prima di addormentarmi. Al risveglio, dopo il rito sacrosanto della colazione, quando la mia attività cerebrale (mia moglie direbbe le mie residue sinapsi) ha cominciato a dare segni di vita, non ho potuto fare a meno di riprendere la lettura del romanzo. Ho letto le 292 pagine alla stessa velocità con cui viene sparata la musica metal dei protagonisti del romanzo. Violenza, crudeltà, follia omicida e morte cruenta, sono gli ingredienti con cui gioca l’autore per tessere la trama del romanzo. Cinque ragazzi metallari con la loro apparente diversità, che sembrano cattivi ma sono buoni, contrapposti alla apparente normalità degli abitanti adulti ed anziani di uno sperduto paese dell’Oltrepò Pavese, che sembrano buoni ma sono cattivi. Tali abitanti, si scoprirà poi, sono dediti al culto di una divinità demoniaca. Forse non ci troviamo di fronte al romanzo del secolo ma certamente “Death Metal” di Tito Faraci è ben scritto, diverte e ti tiene incollato alle pagine con il suo ritmo incalzante. Numerosi i riferimenti alla musica ed alla filosofia metallara e ad alcuni gruppi rappresentativi di tale genere musicale. Consigliato a chi, come me, cerca nei libri anche evasione e divertimento, senza rinunciare ad una scrittura coinvolgente.

 

    Condividi la notizia su Facebook

You can follow any responses to this entry through the RSS feed. Both comments and pings are currently closed.

Tagged

  • Orari di apertura
    Centro Culturale

    Lunedì 9.00 – 12.30
    Martedì 9.00 -13.00 | 15.00 – 18.30
    Mercoledì 9.00 -13.00 | 15.00 – 18.30
    Giovedì 9.00 -13.00 | 15.00 – 18.30
    Venerdì 15.00 – 18.30
    Sabato 9.00 – 12.30

  • Sportello Informagiovani/OrientaLavoro

    Lunedì 9.00 – 12.30
    Mercoledì 9.00 – 12.30
    Giovedì 15.00 – 18.30
    Sabato 9.00 – 12.30

  • Teatro Tenda Anslemi wi-fi-area
  • Museo
    Civico Archeologico

    Lunedì 9.00 - 12.30
    Martedì 9.00 - 12.30